Metodo di studio? Sì, grazie

Metodo di studio? Sì, grazie

Ottobre, tempo di studiare? Eh, facile a dirsi, ma ognuno di noi ha un metodo di studio che molto spesso non è stato costruito in base alle nostre caratteristiche, ma è stato suggerito (imposto a volte) dagli insegnanti, dai genitori o da altre persone ancora.

Quindi iniziamo col porci una domanda: come abbiamo studiato fino ad ora?

Pianificazione ed organizzazione

 

come ho studiato finora Federica Dessolis

Quando?

Alcuni preferiscono iniziare subito dopo pranzo, altri a metà pomeriggio ed altri ancora aspettano il rientro a casa dei genitori.

Ok, queste sono le nostre abitudini, ma esiste un momento  più adatto di un altro?

Appena rientrati da scuola, dopo aver pranzato, o fatto merenda, è importante concederci una pausa. A scuola ci siamo impegnati molto e le nostre “batterie” hanno bisogno di “ricaricarsi”. Quindi prima di iniziare le nostre attività di studio/compiti aspettiamo mezzora e nel mentre facciamo un’attività che ci procura piacere.

Ed ora che “finalmente” iniziamo cerchiamo di seguire una routine utile a farci prendere confidenza con lo studio e farci risparmiare tempo

L’attenzione ci permette di isolare le informazioni più pertinenti e rilevanti rispetto a un compito. La durata della concentrazione media dura 30-40 minuti, dopo questo periodo è necessario introdurre una pausa. Si tratta di un ritmo biologico che va riconosciuto e rispettato, ma può essere migliorato e adattato alle proprie esigenze di studio.

La tecnica del pomodoro (timer)

Esempio: alterna regolarmente lo studio a pause brevi.

45’ di studio

15’ di pausa

45’ di studio

15’ di pausa

 

L’ordine deve essere funzionale (adatto a raggiungere il nostro scopo: studiare senza fatica e risparmiando tempo da dedicare invece alle nostre attività preferite).

Quindi  il primo segreto è proprio cercare di essere più ordinati possibile.

Il Diario Scolastico

  • .Scegli il diario che ti piace ma ricorda che deve essere anche pratico, ad esempio evita quelli con lucchetti e gingilli vari: alla lunga diventano scomodi.
  • Compilalo tutti i giorni: scrivi i vari impegni scolastici, i compiti, le pagine da studiare, le verifiche , le interrogazioni e tutto ciò che ti viene comunicato a scuola dai prof.
  • Oltre a segnare la data dell’impegno, annota anche 2 o 3 giorni prima che quell’impegno è in arrivo, così non ti troverai impreparata il giorno prima e non sarai costretta ad estenuanti maratone di studio.
  • Usa i colori: abbina un colore diverso ad ogni materia e prendi l’abitudine di evidenziare gli impegni importanti.
  • Usa anche stickers o post-it per attirare maggiormente la tua attenzione su gli impegni importanti.
  • Annota anche i tuoi impegni extrascolastici (nuoto, pianoforte, teatro) così ti sarà più chiaro stabilire come organizzare lo studio giorno per giorno.

Dove

C’è chi studia in salotto, chi lo fa in cucina, altri stanno nella loro camera o c’è chi preferisce stare seduto in divano.

Quando

Alcuni preferiscono iniziare subito dopo pranzo, altri a metà pomeriggio ed altri ancora aspettano il rientro a casa dei genitori.

Perché

Per dovere? Per il piacere di imparare cose nuove? Per prendere bei voti così a fine anno riceveranno un regalo speciale?

Ed a proposito del perché ci sentiamo tra sette giorni con un aggiornamento sulla MOTIVAZIONE.